20 giu

SCUOLA NEL VIGNETO 2013/14, VINCONO STUDENTI E TERRITORIO

comunicazione

SCUOLA NEL VIGNETO 2013/14, VINCONO STUDENTI E TERRITORIO

image

Siria Lentini, studentessa della IIE della scuola media E. Salgari di Negrar (Vr) è la vincitrice del concorso artistico realizzato nell'ambito della seconda edizione de 'La Scuola nel Vigneto', progetto didattico-sociale promosso da Cantina Valpolicella Negrar in collaborazione con l'Istituto Comprensivo di Negrar con il sostegno di Valpolicella Benaco Banca e il patrocinio di Comune di Negrar e Ordine degli Architetti PPC di Verona. La premiazione si è tenuta lo scorso 23 maggio nella sala convegni della cantina Cooperativa, pervasa dall'allegro vociare degli oltre cento studenti delle seconde classi medie della scuola E. Salgari coinvolti nel progetto e accompagnati per l'occasione dai genitori.

Tutti, in qualche modo, vincitori.
'Minuta, due grandi occhi, schiva, timida ma con un grande talento e una sensibilità fuori tempo: questa è Siria Lentini, la ragazzina il cui disegno è stato scelto per l’etichetta 2013. Con lei hanno vinto tutti, abbiamo vinto tutti', ha dichiarato la professoressa Adelina Caprini, referente del progetto per l'Istituto Comprensivo di Negrar. Che aggiunge: 'Il tema affrontato quest'anno - la Carta Lapidaria medievale del campanile della Pieve di Negrar -  è stato piuttosto complesso da sviluppare, devo ringraziare gli alunni che hanno lavorato con impegno e attraverso la loro creatività hanno saputo raggiungere l’obiettivo di far conoscere e valorizzare un documento storico memoria di un passato che si fa presente. Un infinito grazie all'avvocato Carlo Alberto Recchia per avercelo proposto e ai docenti che hanno saputo stimolare e guidare i ragazzi nel loro percorso'.

I finalisti
. Oltre a Siria Lentini, si sono classificati gli studenti
Nicolò Panareo e Saty Fadi (IIE), arrivati secondi e, a pari merito, gli studenti Denis Tommasi (IID) e Lucia Zardini (IIB), arrivati terzi. 'Nel premiare i lavori degli studenti - 31 in totale, visibili nella mostra allestita nel fruttaio di Cantina Valpolicella Negrar - abbiamo guardato alla creatività e alla coerenza espressa con il progetto nonché alla capacità di usare stili e tecniche diverse' - ha spiegato il maestro orafo Alberto Zucchetta, presidente della Commissione Artistica composta anche da Vera Meneguzzo, giornalista critico d’arte, Paola Ravanello, vicepresidente dell'Ordine degli Architetti PPC di Verona e Giovanni Viviani, storico della Valpolicella.
Inaugurata l'aula polifunzionale della scuola, finalità sociale della prima edizione. In occasione dei festeggiamenti conclusivi dell'edizione 2013-14 de 'La Scuola nel vigneto', si è tenuta anche l'inaugurazione della neo-ristrutturata aula polifunzionale dell'Istituto comprensivo di Negrar, finalità sociale della prima edizione del progetto. 'L'aula di circa 110 mq sarà utilizzata dagli alunni per attività di varia natura, dai laboratori ritmico-musicali e orchestrali a quelli espressivo-teatrali e di bricolage; inoltre, all'occorrenza potrà essere destinata a momenti assembleari', spiega la dirigente dell'Istituto comprensivo Anna Maria Cottarelli. Che ha aggiunto: 'Il progetto 'La Scuola nel vigneto' ha una rilevanza del tutto particolare nell'ambito dell'offerta formativa della nostra scuola: gli obiettivi più prettamente didattici  - guidare gli allievi alla scoperta del ciclo del vino al fine di alimentare interesse per il mondo agricolo ed enologico a tutela del patrimonio vitivinicolo della Valpolicella - si innestano in un più ampio progetto di impegno dei giovani per il proprio territorio, attraverso alleanze con gli abitanti e le risorse sociali e produttive locali'.

Ieri come oggi, territorio in primo piano
. Il disegno realizzato dalla studentessa sarà riprodotto sull'etichetta di 500 bottiglie suddivise fra Valpolicella (300) e Amarone Bio (200) Domini Veneti prodotti da Cantina Valpolicella Negrar e la cui vendita servirà a finanziare il progetto di restauro della Carta Lapidaria, una lunga iscrizione (64 righe, una delle più lunghe d’Italia), scolpita in caratteri romani sulla parete sud del campanile della chiesa di Negrar. La Carta riporta un contratto stipulato nel 1166 fra l'arciprete della Pieve di S. Martino di Negrar e gli eredi del veronese Odelrico Sacheto. 'Minato dalle intemperie, il bene culturale sta scomparendo - ha spiegato Floriano Fasoli, vicepresidente della cantina Cooperativa - recuperarlo significa attivare nelle giovani generazioni e nella comunità l'interesse per la tutela di un patrimonio culturale molto importante per la memoria e l'identità del nostro territorio'.

Il restauro della Carta Lapidaria.
Si svolgerà in più fasi, gestite all'insegna della massima trasparenza dalla Commissione di progetto composta da Floriano Fasoli e Marina Valenti per Cantina Valpolicella Negrar, Anna Maria Cottarelli e Adelina Caprini per l'Istituto comprensivo di Negrar, Gianmaria Tommasi per Valpolicella Benaco Banca e Paola Ravanello per l'Ordine Architetti PPC di Verona.'Riteniamo fondamentale coinvolgere l'Istituto Brenzoni Arte del Marmo di Sant'Ambrogio in Valpolicella, diretto da Anna Trevisani, e la Facoltà di Beni Culturali dell'Università di Verona per la stesura della scheda di progetto del restauro della Carta Lapidaria - hanno spiegato Gianmaria Tommasi e Arnaldo Toffali, presidente dell'Ordine Architetti PPC di Verona - quindi apriremo le porte a professionisti e imprenditori, che verranno selezionati attraverso procedure il più possibile trasparenti, per i lavori di restauro e la realizzazione della nuova segnaletica. Il mondo produttivo sarà inoltre chiamato a lavorare in sinergia con università e scuola per garantire la valenza formativa del progetto di restauro, valore aggiunto all'opera sociale, obiettivo della seconda edizione de 'La Scuola del Vigneto'.

Un progetto che fa scoprire la complessità del mondo del vino e la molteplicità delle sue professioni.
La premiazione della migliore etichetta 'La Scuola nel vigneto 2013/14' ha siglato la conclusione di un viaggio-studio durato 1 anno e che ha visto gli studenti coinvolti nelle prove di vendemmia, seguiti, insieme ad alcuni soci, da Claudio Oliboni, tecnico di campagna di Cantina Valpolicella Negrar, che ha avvicinato gli studenti al loro ambiente, un tempo caratterizzato dalla biodiversità, ed in cui oggi  sono molto più diffusi i vigneti rispetto a olivi, ciliegi e macchie boschive. Altro importante momento per gli studenti, la visita in cantina nel periodo della pigiatura delle uve appassite, seguiti da Marina Valenti, responsabile del progetto per la cantina Cooperativa e da Natascia Lorenzi, responsabile marketing e comunicazione. A scuola, con gli insegnanti delle varie discipline, gli studenti hanno poi approfondito gli argomenti trattati e intrapreso un percorso creativo che li ha condotti al concorso artistico, finalizzato a realizzare opere, diverse di anno in anno, utili per il territorio.

Oltre il significato di Amarone: cinque diversi territori sui quali fondare l’originalità e la vera espressione del nostro territorio.

Wine Moderation

Cantina Valpolicella Negrar sostiene il programma europeo di sensibilizzazione Wine in Moderation.

leggi tutto
 

Privacy

Grazie per dedicare qualche minuto alla consultazione di questa sezione del nostro sito Web. La tua privacy è molto importante per CANTINA VALPOLICELLA NEGRAR e per tutelarla al meglio, ti forniamo queste note in cui troverai indicazioni sul tipo di informazioni raccolte online e sulle varie possibilità che hai di intervenire nella raccolta e nell'utilizzo di tali informazioni nel sito.

PERCHE' QUESTO AVVISO

Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. n° 196/2003 del Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi Web di CANTINA VALPOLICELLA NEGRAR, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo: http://www.cantinanegrar.it corrispondente alla pagina iniziale del sito ufficiale di CANTINA VALPOLICELLA NEGRAR
L'informativa è resa solo per il sito http://www.cantinanegrar.it di proprietà di CANTINA VALPOLICELLA NEGRAR e non anche per altri siti Web eventualmente consultati dall'utente tramite link.
L'informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall'art.29 della Direttiva Europea N° 95/46/CE, hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità , i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il titolare del trattamento dei dati è CANTINA VALPOLICELLA NEGRAR con sede in Verona – 37024 Negrar, via Cà Salgari 2 P.IVA 00220900237. Il responsabile del trattamento è CANTINA VALPOLICELLA NEGRAR nella persona del Legale Rappresentante.

RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO

La società Aquest Srl www.aquest.it è responsabile del trattamento ai sensi dell'articolo 29 del Codice in materia di protezione dei dati personali, in quanto incaricata della manutenzione della parte tecnologica del sito.

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi Web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede di CANTINA VALPOLICELLA NEGRAR e sono curati solo da personale tecnico incaricato del trattamento, oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso. I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (quali newsletter, ecc) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito Web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente.
Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito solo su richiesta degli organi di vigilanza preposti.
Dati forniti volontariamente dall'utente
L'invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell'indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonchè degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva.

COOKIES

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, nè vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

FACOLTATIVITA' DEL CONFERIMENTO DEI DATI

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l'utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta a CANTINA VALPOLICELLA NEGRAR o comunque indicati in contatti per sollecitare l'invio di materiale informativo o di altre comunicazioni. Il loro mancato conferimento può comportare l'impossibilità di ottenere quanto richiesto.

PARTE RISERVATA PER I MINORENNI

Nessuna persona di età inferiore ai 18 anni, senza previo consenso dei genitori o di chi ne fa le veci, potrà inviare informazioni a questo sito Web, ne tantomeno potrà fare acquisti presso questo sito senza il suddetto consenso, a meno che ciò non sia consentito dalle norme in vigore.

MODALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettifica (art.7 del D.Lgs. n° 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonchè di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Chiunque dovesse avere dubbi riguardanti il rispetto della politica per la tutela della privacy adottata da CANTINA VALPOLCELLA NEGRAR, la sua applicazione, l'accuratezza dei tuoi dati personali o l'utilizzo delle informazioni raccolte può contattarci tramite e-mail all'indirizzo info@cantinanegrar.it.